L'orca assassina

L'ho prodotta stamattina subito dopo il caffé. Quando mi sono alzato e l'ho fissata, ho temuto per la mia incolumità. Fosse stata viva mi avrebbe strozzato. Un colpo di coda e avrebbe allagato il bagno.
[Per tirarvi su il morale, dopo questo inutile inno del corpo sciolto, vi consiglio di cliccare qui per scaricare l'attesissimo album delle Pipettes (via ele) e poi qui per succhiarvi il nuovo disco solista di Thom Yorke, via Sigur Ros].

10 commenti:

purganti no?!?!?...

ne sai qualcosa, vero?

Ma il senso di liberazione è stato proporzionale?

Più che di liberazione ho dovuto fare i conti con un senso di vuoto ;-)

allora era vero amore...e l'hai lasciata andare così!;-)

Solo ciò che lasci diventa tuo per sempre :-)

Come diceva il finto bluesman:

Libera l'amore o liberatene per sempre...

Quanto alle segnalazioni musicali, sei una garanzia..;-)

arigatou gozaimasu.

ottimo eraser!

Non male, davvero.

se tutti ci mettiamo a scrivere di come la facciamo alla mattina....

Posta un commento