È tutto un magna magna

E io che mi pensavo che le sue segnalazioni erano tutte una marketta, e forse è così. Però il libro di Learco Pignagnoli è bello, che non vuol dire niente ma è mattina presto, portate pazienza. Solo un po' caro per i miei gusti. Ventidue franchi per un libello sono troppi, in tempi di recessione, non ne parliamo.

19 commenti:

Credo anche io Teo che sia proprio un bel libro, le tue segnalazioni sono sempre state ottime!
Ma no dai, 22-. per un libro sono sempre un investimento!
Ieri mi sono fatta un giretto alla Migros zona CD, hai visto che hanno tolto la zona libri?
Mi toccherà andare nella libreria qui sotto casa a vedere se ce l'hanno!

Dipende dalle tasche o no? ;)

davvero pensavi fosser marchette?
oh peccato, io parlo solo di cose che mi piacciono e che, nella maggior parte delle volte, acquisto coi miei soldini.

e per quanto riguarda il Pignagnoli, è stato una delle prime fonti di ispirazioni per tutto il mio blog, e se quindi da un lato mi dispiace, come si dice, dar via le mie fonti, dall'altro non posso non auspicarne una pronta diffusione su tutto il globo terracqueo e, perché no, l'adozione del Libro (un'antonomasia, quasi) nelle scuole come libro di testo obbligatorio.

questa cosa delle marchette mi ruga, adesso devo farci un post per spiegarmi un po'. hm.

peraltro il libro costa tredici euro (magari in franchi fan ventidue, non ho ben presente il cambio), a me nella mia libreria me l'han dato via per undici e qualcosa...

@ sonia: la zona dei libri alla migros l'hanno spostata di fronte, al centro hobby. ci sono molto più libri e alcuni - belli - costano solo 5 franchi.

@ morgan: ecco appunto.

@ eio: a dire il vero la pulce nell'orecchio me l'hai messa tu con il post di qualche giorno fa. in effetti hai parlato un po' troppo del libro. comunque non dubito della tua onestà, è solo che sono abituato a pensar male, vedi ad essere di sinistra, accidenti a me!
Ho visto il prezzo in euro, qui ci fanno un po' di cresta...sabato tutti in piazza altro che finanziaria che colpisce il ceto medio.

e continuerò a parlarne perché mi piace un ciulo.

Ah bene, andrò a vedere allora.
Teo ma dimmi una cosa: ma a te piace sto libro?

@ eio: rimaniamo amici però, ché il mio è anche un post ironico. se necessario lo cancello ;-).

@ sonia: a me è piaciuto molto, fa spaccare dal ridere e lo stile è originale. è quello che voglio leggere in questo momento. ma non si capisce dal post che il libro è bello?
Prima sfoglialo ché non so se ti può piacere, non voglio responsabilità, io.

Perché essere di sinistra significa pensare puttanate? Ah non sapevo.

seia non per forza. capita solo a me. penso sempre che ci sia il vil denaro, dietro.
ma cosa sono sti commenti, un complotto contro di me?
Tutti a Brescia vi mando!!

A Brescia no! Non ci sono nemmeno belle mostre al momento. Ma quale complotto, ammetti che te la sei un po' cercata. Peraltro se pensi che dietro ogni cosa ci siano sempre soldi non sei di sinistra sei ossessionato :-)
E poi guarda che un libro come quello di Pignagnoli smuova interessi illeciti solo te potevi pensarlo: non venderà una mazza purtroppo. Se fosse stato furbo (o semplicemente un altro) eìo avrebbe dovuto fare la marchetta a Melissa P., questo però solo se uno pensa che un blog possa avere una qualche influenza, e io non lo penso :-)

no non cancellarlo anche se, se devo dirla tutta, m'ha fatto incazzare. m'ha fatto incazzare e m'ha fatto anche pensare a delle cose che, cazzo, non avevo idea. non avevo idea che potessero passare per marchette, ma un giorno o l'altro, lo spiego, che non sono marchette, perché è vero, io non parlo quasi mai male delle cose, e se ne parlo, ne parlo entusiasticamente ad nauseam. la cosa è che:
1 - non mi piace parlar male delle cose, mi manda sangue cattivo: se lo faccio, è proprio perché non ne posso fare a meno
2 - se parlo di qualcosa che mi piace, è perché mi piace davvero, ed è indipendente dal blog.
3 - gli scrittori di cui parlo non sono miei amici (vedi Ourednik, che ha scritto un capolavoro, ma secondo me è uno stronzo; vedi Nori, che ho conosciuto, ma come altre migliaia di lettori; vedi Tramutoli, che ho conosciuto internettianamente, ma soltanto dopo aver parlato di un suo libro)
4 - non ci guadagno un cazzo. quindi faccio solo ciò che mi diverte. incazzarmi, non mi procura alcun divertimento. ho già una vita reale e un lavoro per queste cose.

saluti

beh, seia, a questo proposito non so se c'entra, ma una decina di persone almeno, questo libro l'han comprato grazie ai miei post ;)

tra cui, io. e mica son pentito. che faccio sottolineo il 'forse'?
dai, eio, la finisco qua che la situazione è andata oltre l'immaginabile e me ne spiace.

Peccato che ce l'hai già, volevo regalartelo io visto che per il tuo compleanno non ti ho fatto nulla!

uei, matteo, non ti volevo mica far star male, è che mi son sentito punto sul vivo eh!

ecco, eio qui a Lugano è tornato a splendere il sole.

sonia puoi sempre regalarmi un Nokia qualsiasi che vuoi che sia...

non si fa così, da me non l'hai voluto il cellulare...
"Lo butto nel primo bidone che trovo"

Quel Nokia lì? No dai.

Posta un commento